I nostri itinerari

Cinque Terre in autunno: tra vendemmia e antichi sapori

Di Travel On Art il 28-10-2020

Iscriviti alla newsletter

Ricevi per email news, promozioni e offerte esclusive!

Torna al blog
Travel On Art

Le Cinque Terre in autunno: ma perché? Forse ti sarai fatto questa domanda qualche volta e in effetti, quando si parla di una località di mare così famosa, viene spontaneo cancellarla dai propri pensieri una volta finita l'estate. Eppure ci sono tantissimi motivi per visitare le Cinque Terre in autunno: la natura è ancora rigogliosa, il clima è perfetto per fare splendidi trekking e anche un ultimo bagno, c'è meno afflusso di turisti, ma soprattutto c'è la vendemmia.

I sapori delle Cinque Terre: la vendemmia dello Schiacchetrà

Per tutto settembre e ottobre, a seconda delle annate ovviamente, in alcune zone specifiche della provincia di La Spezia, viene effettuata la vendemmia dello Schiacchetrà, il vino passito DOC, ottenuto dai vigneti coltivati nei terrazzamenti. Oltre ad essere una denominazione di origine controllata, è anche un presidio Slow Food per la sua storia millenaria.

Il suo nome deriva dalla parola "sciacàa" che significa schiacciare.
I vitigni principali utilizzati sono il Bosco, l'Albarola e il Vermentino che conferiscono allo Schiacchetrà il caratteristico colore giallo dorato, il profumo intenso del vino passito e il sapore dolce. Le sue origini potrebbero risalire addirittura all'ottavo secolo a.C. quando esuli greci arrivarono a Riomaggiore e introdussero la tecnica dell'appassimento dell'uva. Pur essendo poco conosciuto, lo Schiacchetrà è un vino di grande importanza, soprattutto per la sua storia e per le difficoltà con cui i vitigni vengono coltivati. Si può parlare di viticoltura eroica in questo caso, praticata sui terrazzamenti ripidi e impervi che contraddistinguono il paesaggio ligure. Alcuni coltivatori possono raggiungere i propri vigneti solo con la cremagliera, tanto è ripido il terreno. Tutto questo sforzo però viene sempre ripagato da un prodotto di qualità eccellente, perfetto da accompagnare ai piatti della cucina ligure e non solo!

 

cinque terre in autunno 

Assistere alla vendemmia di questo incredibile vino è un'esperienza unica nella vita, perché non ne emerge solo la tradizione, ma anche la resistenza, la passione e il grande amore che ogni vignaiolo mette per la propria terra, malgrado le condizioni estreme. Questo è anche il momento perfetto per degustare un buon bicchiere di Cinque Terre DOC accompagnato dai sapori mediterranei.
Ma le Cinque Terre in autunno sono solo questo?

Bici e fotografia: il binomio perfetto

Quando i grandi flussi di turisti lasciano le spiagge e i borghi antichi, è il momento perfetto per scoprire tutta l'autenticità di un luogo. L'autunno è il periodo migliore per pianificare un viaggio in bici alle Cinque Terre, perché l'aria è più fresca e i percorsi sono meno affollati. C'è tempo anche per dedicarsi alla passione della fotografia, cercando di cogliere la "golden hour" che tinge tutti i paesaggi con una luce calda e avvolgente.