Itinerari in bici

Cosa mangiare in Val d’Orcia: 5 piatti tipici da provare

Di Cyclando il 30-04-2021

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sui nuovi viaggi e sulle offerte.

La Toscana è una delle regioni più affascinanti d’Italia e regala a qualsiasi viaggiatore un’esperienza indimenticabile tra natura, cucina locale e patrimonio artistico.

Percorrendo in bici certi itinerari leggendari, come la Via Francigena o la mitica Strade Bianche si attraversa la Val d’Orcia, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Qui paesaggi mozzafiato, borghi pittoreschi, come Montalcino e Pienza, e ottimi piatti della tradizione toscana rendono qualsiasi viaggio un ricordo indelebile: ecco che cosa mangiare in Val d’Orcia per sentirsi dei veri local.

 

cosa mangiare in val d orcia Per un antipasto regale si può iniziare con il famoso pecorino di Pienza. Il sapore inimitabile di questo formaggio è dovuto ad una combinazione irripetibile di ingredienti - Foto: Pecorino Pienza

 

I Prodotti tipici della Val d’Orcia

La Val d’Orcia è il territorio perfetto per un tour in bici in Toscana alla scoperta della natura e dei borghi che hanno reso questa valle un angolo di paradiso sognato dai viaggiatori di tutto il mondo. Ovviamente però per pedalare servono energie e allora perché non scoprire insieme quali sono 6 piatti tipici da provare per un’esperienza di gusto davvero indimenticabile? Ecco la nostra top five!

Pecorino di Pienza

Per un antipasto regale è d'obbligo iniziare con il famoso Pecorino di Pienza. Il sapore inimitabile di questo formaggio è dovuto ad una combinazione irripetibile di ingredienti: i terreni argillosi dei pascoli, le pecore, che sono solo 3000 a Pienza e il latte con cui è prodotto questo formaggio, che si distingue da tutti gli altri tipi di pecorino.

Prosciutto di Cinta Senese

Per proseguire in grande stile il prosciutto di Cinta Senese è un’autentica delizia. Il suo gusto inconfondibile non è casuale: i maiali utilizzati infatti vengono allevati allo stato semi-brado, conferendo alle carni un sapore eccezionalmente unico e con pochissimi grassi.

Zuppa di fagioli

La zuppa di fagioli è un altro must, in particolare nella zona di Montalcino e si abbina perfettamente ai corposi vini rossi toscani. Si tratta di un piatto povero della tradizione contadina ma gustosissimo, dove l’ingrediente principale sono i fagioli bianchi, un legume molto presente sulla tavola dei toscani.

 

I Pici

Alla domanda cosa mangiare in Val d’Orcia non possiamo rispondere senza citare i Pici, considerati a tutti gli effetti una delle eccellenze della zona. Si tratta di un piatto povero che le massaie erano abituate a preparare a mano solo con farina e acqua. Oggi nell’impasto vengono aggiunte anche le uova, conferendo a questa pasta un sapore ancora più intenso.

L'abbinamento tipici è quello con il ragù di chianina, ma i Pici vengono proposti anche con sugo d’oca e briciole di pane toscano soffritto in padella con olio extravergine di oliva.

La Chianina

Per gli amanti dei secondi piatti a base di carne è impossibile non assaggiare la chianina. Si tratta di una razza di mucca dalle origini antiche, conosciuta da più di 2000 anni. In epoca etrusca e romana era utilizzata nei cortei trionfali e nei sacrifici dedicati alle divinità per il suo mantello bianco e candido. Il prodotto più tipico che si ottiene dalla Chianina è la bistecca alla fiorentina, un taglio di carne molto pregiato ottenibile solo da questa razza: una garanzia di gusto assolutamente irresistibile.

Il Panforte

Infine per non rinunciare a un po’ di dolcezza, non possiamo non citare il celebre Panforte. Alla domanda che cosa mangiare in Val d'Orcia, tutti risponderanno citando questo famoso dolce il cui nome (Panes Fortis) deriva dal fatto che l'acqua contenuta nella frutta usata nell'impasto manteneva il pane morbido, ma allo stesso tempo dava origine a delle muffe che conferivano il tipico sapore acidulo. Celebrato anche dal Foscolo nelle sue lettere, il Panforte era tradizionalmente un dolce da consumarsi durante le festività natalizie, ma in realtà oggi si trova tutto l'anno nei migliori forni, pasticcerie e botteghe di Siena e dintorni.

Dove mangiare a Pienza: posti tipici per mangiare spendendo poco

Quando si pensa alla Val d’Orcia, Pienza è una delle destinazioni per eccellenza perché coniuga alla perfezione cultura, storia e una tradizione enogastronomica tramandata di generazione in generazione. In questo splendido borgo, arroccato in cima ad un colle, non mancano ristoranti e trattorie che propongono le eccellenze del territorio. Mangiare a Pienza è un’esperienza indimenticabile per il palato e non troppo impegnativa per il portafoglio, quindi ecco dove mangiare a Pienza spendendo poco:

  • la Trattoria La Chiocciola è situata nel cuore del centro storico e propone piatti toscani autentici e genuini, a prezzi accessibili;

  • se vuoi assaggiare le ricette tipiche della cucina tradizionale locale, come la pasta fatta in casa e i secondi a base di carne preparati con ingredienti a km 0, la Trattoria da Fiorella è una garanzia;

  • alla domanda dove mangiare la fiorentina a Pienza la risposta è l’Osteria Baccus, specializzata nei secondi di carne come la fiorentina e la costata, propone solo carni di prima scelta trattate secondo la tradizione locale;

  • infine L’Osteria Sette di Vino è un locale accogliente e dai prezzi modici, che spicca per i piatti gustosi e abbondanti, realizzati con i migliori ingredienti del territorio toscano.


Dopo averti svelato quali sono i piatti tipici della Val D’Orcia e dove mangiare a Pienza, ti abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca?

Che ne dici di concederti qualche giorno tra le meraviglie della natura e le delizie della cucina toscana? Puoi lasciare a casa i sensi di colpa perché dopo ogni assaggio c'è sempre una pedalata!

Scegli il tuo tour in bici in Toscana!