Storie di biciclette

Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo

Di Travel On Art il 14-07-2016

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sui nuovi viaggi e sulle offerte

Torna al blog
Travel On Art

Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo

Un viaggio in Francia nei luoghi dell’impressionismo, protagonisti dei quadri di grandi pittori del ‘800.
Una delle cose più belle del viaggio è che si può adattare a ogni tipo di interesse: dalla natura più selvaggia, alle metropoli, dall’enogastronomia all’arte. Qualunque siano i nostri interessi c’è sempre un buon motivo per mettersi in viaggio e scoprire nuove strade.
Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo
Ci sono luoghi che rimangono nel cuore in un modo speciale, per i profumi, i colori, le atmosfere. Posti un po’ magici che, una volta visitati, diventano un ricordo impresso nella mente per sempre: uno di questi posti è la Provenza.
Chiunque abbia fatto un viaggio in Provenza si sarà ritrovato come in un mondo immaginario, circondato da campi infiniti di girasoli e lavanda, accompagnato dalle cicale che tengono compagnia in ogni momento della giornata. Questo succede perché la Provenza non è solo una terra da visitare, ma è prima di tutto un luogo che regala emozioni. Per questo motivo anche in passato, sono stati tanti anzi tantissimi gli artisti che si sono ispirati a questa terra meravigliosa e che l’hanno rappresentata nelle loro opere.

Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo Arles

Non solo la Provenza, ma anche tanti altri luoghi in Francia hanno ispirato artisti e pittori con le loro atmosfere uniche, come Parigi, la Costa Azzurra e la Corsica.

Percorrere questi itinerari in bicicletta o a piedi permette di assaporarli in modo più autentico, vivendo il paesaggio e i suoi profumi, imparando a conoscerli in modo più lento e sostenibile.
Oggi quindi vi parliamo dei luoghi dell’impressionismo, che potrete percorrere nel vostro prossimo viaggio!

  1. Arles, è una delle città più conosciute della Provenza e il suo nome è fortemente legato a quello di Van Gogh. Qui l’artista ha trascorso diversi anni della sua vita e ha prodotto più di 300 opere, ispirato dalla luce del sud e dai colori del cielo. Ad Arles si può percorrere il Circuit Van Gogh, un itinerario che individua i punti precisi in cui l’artista pose il cavalletto per ritrarre i paesaggi provenzali;
  2. Aix en Provence, una delle principali città della Provenza dove è nato Cezanne. Qui l’artista ha ritratto le atmosfere del sud, con il sole caldo, i palazzi signorili, i platani e le fontane, simbolo stesso della città. Da non perdere qui è la casa natale dell’artista (28 Rue de l’Opéra), il suo atelier e il Museo Granet (dove sono custodite alcune delle sue più importanti opere). Infine, per chi vuole ripercorrere i passi di Cezanne, c’è il Chemin du Bibémus, un percorso che porta alle cave ritratte dall’artista;
  3. St. Remy de Provence, uno dei posti più conosciuti per l’impressionismo in Francia. Sempre legata al nome di Van Gogh che soggiornò per diverso tempo in questa cittadina, a causa dei suoi problemi mentali. Van Gogh realizzò oltre 150 opere in questo periodo, ritraendo gli scorci unici e inconfondibili di questo splendido borgo francese, tra botteghe e piazzette.
  4. Vallée de l’Oise, a nord di Parigi è una zona naturalistica di grande pregio e proprio per la particolarità della sua luce, ispirò diversi pittori tra cui Daumier, Pissarro, Cézanne e Van Gogh che dipinsero i suoi paesaggi unici.

    Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo St. Remy de Provence

Alta Normandia, è la regione in cui Monet era solito recarsi per ritrarre le famose ninfee. La città più importante per il pittore francese era Giverny, dove ancora oggi ha sede la Fondation Monet, ma è tutta la zona delle rive boscose della Senna ad aver ispirato il genio dell’impressionismo, a soli 200 km da Parigi.

Arte in viaggio: i luoghi dell'impressionismo Alta Normandia